sabato 31 marzo 2012

Vecchie foto e nuove foto - Foto bambini Roma


Il mio ricordo ha i contorni di una fotografia.
Una foto di bambini, guarda caso. Bambini di una scuola elementare di un po' di tempo fa.
Erano gli anni ottanta ed io ed Elisa tra dei banchi verdi ci scambiavamo sogni e matite, bambole e disegni, quaderni e favole. In quella foto di fine anno siamo una accanto all'altra. Sorridenti e fiere sfoggiamo la stessa pettinatura. Ci eravamo messe d'accordo! Ed ora, in posa col resto della classe, quei codini erano lì a testimonianza del nostro patto d'amicizia, della promessa mantenuta.



Ci siamo ritrovate grazie ad internet. Ed oggi che quei sogni per entrambe, hanno nomi e volti di bambini, i nostri bambini, la vita torna ad incrociare i nostri passi. Ancora una volta tra giochi, favole, bambole e disegni... quelli di Giulia e Francesco, i suoi due splendidi bambini.





Ho giocato con loro per un paio d'ore, rincorrendoli per tutta casa, saltellando e ammirando i loro travestimenti, i loro mille giochi.






Giulia, due occhi scuri e intensi, una grande fantasia e una parlantina insolita per una treenne. E tante domande. “Mamma, ma perché il cielo è così lontano da noi?”





E Francesco. Che dice di chiamarsi Bappo. Quasi due anni e venti parole in tutto, tra cui “mamma”, “papà” e “ipad”. Mi sfugge e scappa saltellando come un grillo per tutta casa. Un monello! Ma adorabile. In lui vedo mio figlio tra qualche mese e questo basta a conquistarmi.





E poi Elisa, solare e brillante come la ricordavo. Una mamma meravigliosa. Una donna di talento. Un'amica speciale, nonostante gli anni trascorsi, nonostante stia iniziando una nuova vita in una città lontana. Ho passato davvero una bella mattinata con lei e la sua famiglia. Ci siamo ritrovate subito, come se non avessimo perso la spensieratezza e la sintonia di quei giorni lontani.

Come se non avessimo mai sciolto quei codini!


Tao tao!



Bimbografie di Beatrice Alvino - Fotografo bambini Roma - Book fotografici bambini Roma - Book donne in gravidanza Roma - Servizi fotografici a domicilio


martedì 20 marzo 2012

Un piccolo passo per un bambino - Mio figlio è una personcina equilibrata - Fotografa bambini Roma


Trovare il proprio equilibrio è mica una roba semplice. Ci sono persone che ci mettono una vita.
Per i bambini è diverso. E' tutta un'altra storia. Per loro è un gioco ma anche una sfida.

Osservare mio figlio che impara a camminare si sta rivelando un'esperienza filosofica.


A metà tra un piccolo Frankenstein e una geisha d'altri tempi, si aggira per casa a piccoli passi, le gambe rigide e le braccia protese, sorridendo dello stesso sorriso che doveva avere il primo uomo sulla luna, fiero e soddisfatto della sua conquista, felice.

Ed io, che non sono per niente apprensiva, ad ogni suo passo trattengo il respiro e mi viene un capello bianco in più. Adesso cade. Adesso cade. Poi no, non cade! O magari cade.

M a    s i    r i a l z a !

Ecco, questo è meraviglioso: i bambini più di ogni altro ti insegnano che quando si cade ci si può rialzare. E che anche quando ti fai male, sì, forse avrai un po' più di paura dopo, ma non abbastanza da impedirti di rialzarti e riprovarci.


E mentre lo vedi in bilico che sta per spalmarsi inesorabilmente al suolo, ecco che improvvisamente cambia direzione... e riesce così a rimanere in piedi! E allora capisci. Quando ti senti sul baratro o ti sembra che tutto sia perduto... è solo che, per un ostacolo o un cedimento delle gambe, il tuo baricentro si è spostato.
E allora ti basterà
cambiare traiettoria,
rimetterti in gioco,
modificare l'andatura,
fermarti e ripartire,
oppure farti prendere per mano.


Little D è bravissimo in questo. Ed io lo guardo, orgogliosa come solo una madre sa essere, immaginandolo un'adulto equilibrato, capace di inseguire i suoi sogni come adesso insegue i palloncini: col sorriso e senza troppe paure. Ma anche in grado di reinventarsi quando qualcosa è andato storto e tutto sembra andare in malora.
Basterà rialzarsi. Cambiare direzione. Fermarsi a riposare. Cercare la mano di qualcuno.

Io ti insegno a camminare, tu reinsegnami la vita.  


Tao tao!



Bimbografie di Beatrice Alvino - Fotografo bambini Roma - Book fotografici bambini Roma - Book donne in gravidanza Roma

mercoledì 7 marzo 2012

La felicità - Fotografa bambini Roma



Cosa dire di Emanuele se non che l'ho amato dal primo momento che l'ho visto?

Sette mesi di allegria. Otto chili di serenità. Novemila versi e faccette buffe. Lo adoro!

E' come se fosse venuto al mondo con un'unica missione: dispensare buonumore. 

E lui ci salverà dalle nevrosi quotidiane e dagli umori neri, dalle preoccupazioni e dalle incomprensioni!
Perché parla la lingua dei sorrisi, e non c'è niente da capire ma solo da sorridere anche tu e farti inondare di felicità.

Tao tao!